Paese di Fiaba: lo sguardo d'amore
Cuneo a km 0

Porta del Roero o Paese di Fiaba?

C’era una volta un castello e c’è ancora adesso. Ai suoi piedi, quasi addormentato, si stende un paese che, per la sua conformazione geografica, è considerato la Porta del Roero. Si tratta di Sommariva del Bosco, in provincia di Cuneo. Nel 2006 il suo centro storico diventa protagonista di un curioso progetto di riqualificazione urbana che lo trasforma in un Paese di Fiaba.

Sommariva del Bosco
Sommariva del Bosco

Percorsi di Fiaba per grandi e piccini

Alcuni giovani studenti e artisti locali si accorgono che a Sommariva del Bosco sono presenti un po’ di coincidenze che rendono il posto adatto allo sviluppo di un percorso fiabesco. Già il nome del borgo in sé è piuttosto evocativo. Aggiungiamo poi la torre più alta del castello e la storia locale di una strega leggendaria. Vi ricordano qualcosa?

Ebbene sì, il tema scelto dal gruppo di lavoro è quello della fiaba La bella addormentata nel bosco di Charles Perrault.

Paese di Fiaba: i percorsi iniziano qui
Paese di Fiaba: i percorsi iniziano qui

L’ambizioso progetto messo in cantiere si propone di valorizzare il centro storico arricchendolo con installazioni artistiche posizionate strategicamente lungo un apposito itinerario che tocca i monumenti storici più importanti. Tra questi ci sono anche alcune delle 11 chiese. Quest’alta densità di edifici religiosi è dovuta a una sorta di gara a chi costruiva il campanile più alto.

Paese di Fiaba: si parte dal Municipio

Una volta lasciata l’automobile in Piazza Seyssel d’Ayx, in cui è presente anche un parcheggio sotterraneo, mi guardo intorno con curiosità. Individuo velocemente i punti di riferimento che mi servono per iniziare la mia avventura fiabesca. Mi avvicino lentamente al Municipio, punto di partenza di entrambi gli itinerari.

Paese di Fiaba: lungo il percorso per i più piccini
lungo il percorso per i più piccini

Per i più piccini è stato realizzato un apposito percorso di appena 250 metri che, in una mezz’oretta, porta a scoprire la fiaba attraverso la riproduzione delle tavole sparse nel paese sistemate ad altezza bambino. Il tracciato è comunque incluso anche nel percorso monumentale. Sui pannelli sono anche presenti dei codici QR che permetterebbero di ascoltare la storia in tre lingue (italiano, inglese e piemontese). Peccato che, però, non funzionino!

Purtroppo questa parte di percorso è stata in parte rovinata da vandali che hanno imbrattato o rovinato le installazioni.

La lotta con il drago
La lotta con il drago

Percorso monumentale

È il momento di riscoprire la fiaba de La bella addormentata nel bosco di Charles Perrault. Con me ho la mappa scaricata dal sito ufficiale del Comune di Sommariva del Bosco. Insieme a un minimo senso di orientamento è tutto ciò che mi occorre per affrontare la passeggiata.

Paese di Fiaba: lo sguardo d'amore
Paese di Fiaba: lo sguardo d’amore

L’itinerario ha una lunghezza di circa un chilometro e si percorre tranquillamente in un’oretta. Ho quindi tutto il tempo per soffermarmi a contemplare le varie tavole proposte e per cogliere le mille sfumature di fiaba del centro storico. Stranamente le chiese sono prive di targa che ne indichi il nome. Dove sono finiti i cartelli gialli a cui sono abituata?

A un tratto un inconfondibile profumo di dolci attira la mia attenzione. Seguo la scia per alcuni metri e mi trovo davanti a una pasticceria molto invitante. Non è l’unica tentazione che incontro, più avanti mi lascio decisamente catturare da una piccola panetteria in cui trovo focaccine e pizzette per il mio pranzo al sacco.

chiesa Ss. Giacomo e Filippo
chiesa Ss. Giacomo e Filippo

Paese di Fiaba: visita al paese quasi addormentato

Aurora e gli altri personaggi della fiaba accompagnano la mia passeggiata a Sommariva del Bosco. Addentrandomi finalmente nella parte alta del paese, trovo un po’ di vegetazione ad accompagnarmi.

L’imponente castello di Seyssel d’Ayx sovrasta l’abitato. È uno degli edifici meglio conservati del Roero ma, purtroppo, è chiuso al pubblico. Mi accontento di passarci accanto.

Nel bosco 16 anni dopo
Nel bosco 16 anni dopo

Il giro termina davanti al Municipio, laddove era iniziato. Cammino ancora un paio di minuti e osservo golosamente il dehors riparato della Caffetteria il Nido. La dolce conclusione della fiabesca avventura di oggi avviene con una superba Coppa Sommariva, la specialità del posto.

Consigliato a…

È una piacevole passeggiata adatta a tutti. I camminatori più esigenti possono abbinare la visita del paese ad altri itinerari naturalistici presenti in zona.

Alla scoperta di altre avventure #CuneoaKm0!

📌 Salva questo articolo su Pinterest

2 thoughts on “Porta del Roero o Paese di Fiaba?”

Rispondi