France on the road – Grenoble

Grenoble, 9 settembre 2019

Lasciate alle spalle la colorata Barcelonnette e la ridente Gap, la strada per Grenoble è disseminata di tentazioni fotografiche… come resistere? In vacanza non esistono itinerari prestabiliti, l’unico punto fisso è l’albergo da raggiungere in serata. Quindi, via libera alle soste suggerite dal cuore!

sosta fotografica a La Salette-Fallavaux
sosta fotografica a La Salette-Fallavaux

Il dipartimento d’Isère è fatto di valli montane e altipiani che offrono le condizioni ideali per il turismo invernale e per quello verde. Il comune di La Salette-Fallavaux è anche meta di un folto turismo religioso. Qui sorge il santuario di Notre Dame de La Salette, costruito per ricordare le apparizioni mariane del 19 settembre 1846 ai due pastorelli Maximin Giraud e Mélanie Calvat. In paese è possibile visitare liberamente la casa natale di Mélanie.

casa natale di Mélanie Calvat
casa natale di Mélanie Calvat
interno della casa natale di Mélanie Calvat
interno della casa natale di Mélanie Calvat

L’ora di pranzo scocca nella ridente Vizille e, visto che vicino al posto scelto per mangiare c’è un bellissimo castello con un parco favoloso, il cuore suggerisce di esplorare questa meraviglia per un paio d’ore.

nel giardino del castello di Vizille
nel giardino del castello di Vizille

Il castello di Vizille fu costruito nel XVII secolo dal conestabile di Lesdiguières.

castello di Vizille
castello di Vizille

Davanti al castello c’è un parco di 100 ettari con giardino alla francese, roseto, distesa d’acqua e canali. Spingendosi verso il bosco ci sono anche animali in relativa libertà tra cui daini, cervi, aironi cenerini, cigni e oche.

il parco del castello
il parco del castello

Il castello fu la culla della Rivoluzione francese visto che qui, il 21 luglio 1788, si riunì l’Assemblea dei tre ordini del Delfinato per chiedere la convocazione degli Stati Generali. Oggi è sede del Museo della Rivoluzione francese, uno spazio che espone oggetti e opere d’arte del periodo.

biblioteca del castello al terzo piano
biblioteca del castello al terzo piano

Grenoble sorge ai piedi delle Alpi nella regione di Alvernia-Rodano-Alpi alla confluenza dei fiumi Drac e Isère. E’ una città cosmopolita e culturalmente ricca che mescola un’architettura regale vecchio stile con edifici moderni. Quasi tutte le attrazioni si trovano nella città vecchia.

La cattedrale di Notre-Dame risale al X secolo e, per via dei rimaneggiamenti subiti nel corso del tempo, è un affascinante mix di stile romanico e dettagli gotici.

cattedrale di Notre-Dame
cattedrale di Notre-Dame
all'interno della cattedrale di Notre-Dame
all’interno della cattedrale di Notre-Dame

Al centro di place de Notre-Dame si trova la Fontana dei Tre Ordini progettata dallo sculture Henri Ding nel XIX secolo. E’ stata eretta in memoria della Rivoluzione francese e raffigura un nobile, un membro del clero e un comune cittadino.

Fontana dei Tre Ordini
Fontana dei Tre Ordini

Il Palazzo del Parlamento del Delfinato risale al XV secolo e fu sede della corte civile del Delfinato fino ai tempi della Rivoluzione francese.

Palazzo del Parlamento del Delfinato
Palazzo del Parlamento del Delfinato

Si affaccia su place Saint-André, salotto raffinato per un caffè all’aperto.

place Saint-André
place Saint-André

Dirigendosi verso il fiume Isère, si può prendere la teleferica e raggiungere la Bastiglia, fortezza militare in posizione privilegiata costruita per difendere la città da eventuali attacchi provenienti dalla Savoia.

le palle della teleferica salgono alla Bastiglia
le palle della teleferica salgono alla Bastiglia

Per cena consiglio un ristorante tipico, La Ferme à Dédé. E’ un grazioso locale situato in centro. Ideale per togliersi la voglia di raclette.

La Ferme à Dédé
La Ferme à Dédé
cena a base di raclette
cena a base di raclette

Per la notte mi attende il tranquillo Hotel Gallia.

La mia avventura in Francia prosegue nei prossimi post con la meravigliosa Annecy e la dolce Chambéry.

CONSIGLIATO A…

Cultura e camminate vanno a braccetto alla scoperta delle meraviglie della zona.

6 commenti su “France on the road – Grenoble

  1. Pingback: France on the road – Barcelonnette – Diario di avventure

  2. Pingback: France on the road – Gap – Diario di avventure

  3. Pingback: France on the road – Annecy – Diario di avventure

  4. Pingback: France on the road – Chambéry – Diario di avventure

  5. Ho un debole per tutto quello che gira intorno la parola “Francia”, davvero penso che tra tanti posti di lei non sarei mai sazia. Nonostante questo ho ancora molto da vedere, come ad esempio Grenoble. Penso potrei innamorarmi di quel castello e di quelle architetture

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: