comfort zone
Taccuino

Oltre la staccionata

Esistono spazi, situazioni e persone che ti fanno stare bene. Si tratta della comfort zone, ovvero “la condizione mentale in cui la persona agisce in uno stato di assenza di ansietà, con un livello di prestazioni costante e senza percepire un senso di rischio”. È un po’ come trovarsi in un rassicurante praticello recintato da una bella staccionata protettiva. Ma cosa c’è oltre?

Questo mistero ti spaventa a prescindere. Tuttavia t’incuriosisce quel tanto che basta da spingerti ad affrontare una dose accettabile di ansia e stress. Giusto quella necessaria per muovere il primo passo e guardarti intorno. Ecco, le mie avventure iniziano laddove finisce la mia comfort zone!

On the Stile (1878) by Winslow Homer. Original from The National Gallery of Art. Digitally enhanced by rawpixel.

Comfort zone: uscirne per crescere

La parte più difficile è sfidare le insicurezze. In effetti la stabilità delle certezze è dannatamente rassicurante. Perché dovresti andare incontro a cambiamenti che potrebbero non piacerti?

Quando cerchi di superare la paura e di spazzare tutte quelle stupide convinzioni autolimitanti, la tua autostima cresce in modo esponenziale. È questo il momento in cui agire per spingerti fuori dai confini abituali. Il disagio iniziale è solo il prezzo da pagare per fare passi avanti.

Espandere i confini della comfort zone porta a crescere, imparare e migliorare. Il mio spirito competitivo, ad esempio, trae notevole vantaggio ogniqualvolta oltrepasso la staccionata. Ora il mio praticello si è espanso parecchio e continua a ingrandirsi. Ma non è sempre stato così facile.

Comfort zone e panic zone

Quando sono nella comfort zone sono indubbiamente tranquilla e rilassata. Lo stesso vale per te, vero? Tuttavia manca quello stimolo necessario per esprimerci al meglio delle nostre possibilità.

Una motivazione molto forte, un obiettivo da raggiungere o un pericolo da cui difenderti ti spingono al di fuori dei confini abituali. Una giusta dose di ansia, stress e incertezza favoriscono la zona ottimale di apprendimento. Quella in cui superare i tuoi limiti, imparare cose nuove e migliorare.

Purtroppo la situazione si ribalta nel caso in cui disagio e stress siano davvero eccessivi. Sta a te capire qual è quel limite oltre il quale vai inutilmente nel pallone. E fare un passo indietro per retrocedere dalla famigerata panic zone. Quel limite è piuttosto soggettivo.

comfort zone

📝 Consigli avventurosi

Quando ti spingi fuori dalla comfort zone e raggiungi la zona ottimale di apprendimento, impari una nuova abilità e superi uno scoglio. Ti porti a un livello successivo che diventa parte della tua comfort zone.

Superato il disagio iniziale ti accorgerai di un mondo di opportunità che prima ti precludevi.

Alla scoperta delle mie avventure!

📌 Salva questo articolo su Pinterest

3 thoughts on “Oltre la staccionata”