Valle d'Aosta

Una giornata alla Fiera di Sant’Orso

Fiera di Sant’Orso, 31 gennaio 2016

La Fiera di Sant’Orso è una millenaria esposizione di artigianato ed enogastronomia che si svolge il 30 e 31 gennaio di ogni anno ad Aosta. Puntualmente, anche quando cade in giorno feriale, attira circa 150.000 visitatori da tutta la Valle d’Aosta e regioni vicine. Purtroppo nel 2021, a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, l’evento non potrà svolgersi fisicamente. Io ci sono stata nel 2016 e oggi vi racconto la mia avventura!

creazione in legnocreazione in legno

Fiera di Sant’Orso: come arrivare

Qualunque sia il mezzo di trasporto scelto, sarà una giornata impegnativa. In auto si può contare sui parcheggi gratuiti assistiti alla periferia della città segnalati lungo le vie d’accesso. Da qui il servizio navetta gratuito effettua corse continue verso la fiera.

simpatici pupazzetti
simpatici pupazzetti

La stazione ferroviaria e l’autostazione dei pullman sono molto vicine alla fiera. Entrambi i mezzi offrono la comodità di non dover concentrarsi sulla guida. Tuttavia la mia esperienza in treno non è positiva. Nel 2016, a Ivrea, bisogna essere molto veloci nel scendere dal treno proveniente da Torino per intercettare la pienissima coincidenza e raggiungere, ovviamente in piedi, Aosta.

Fiera di Sant'Orso 2016
Fiera di Sant’Orso 2016

Fiera di Sant’Orso: tra artigianato ed enogastronomia

L’opzione migliore per vivere al meglio la fiera e visitare bene la città e i dintorni sarebbe avere qualche giorno a disposizione in modo da poter arrivare in anticipo e ripartire a evento concluso. Sebbene sia la regione più piccola d’Italia, la Valle d’Aosta offre un patrimonio turistico molto ricco sia per gli amanti della natura che per gli appassionati di arte, storia e cultura.

attenti al gatto
attenti al gatto

Scendo dal treno, esco dalla stazione e, con sicurezza, procedo dritto. Tutte le persone vanno in questa direzione. Respiro a pieni polmoni la fresca aria valdostana di una serena giornata di festa.

Fiera di Sant'Orso 2016
Fiera di Sant’Orso 2016

In pochi minuti raggiungo Porta Pretoria e scopro che in questa zona il percorso da seguire ha un senso di marcia predefinito. Avvisto il banchetto informativo e, quindi, acquisto subito il ciondolo distintivo dell’edizione 2016. Si tratta di un coppapan, attrezzo utilizzato per tagliare forme intere di pane duro. E’ costituito da una base di essenza di noce sagomata in un pezzo unico con ancorata una lama mobile in ferro battuto e con manico di legno.

fiori finti
fiori finti

Opere d’arte valdostane

La passeggiata tra le bancarelle è una piacevole scoperta dei frutti del lavoro artigianale valdostano. Che siano create per hobby o per professione, si tratta di vere opere d’arte. Il protagonista è soprattutto il legno ma non mancano altri materiali come pietra ollare, ferro, rame, ceramica, vetro, tessuti e pizzi.

orologio in pietra
orologio in pietra

In punti strategici della Fiera di Sant’Orso sono collocati i punti rossoneri a cura delle Pro loco valdostane in cui è possibile degustare vari piatti.

scoiattoli
scoiattoli

L’ingresso al padiglione enogastronomico è contingentato ma i minuti di attesa vengono ampiamente ripagati dalla possibilità di poter portare a casa qualche prodotto tipico che faccia ricordare la bella giornata trascorsa ad Aosta. E’ qui che scopro le tegole, deliziosi biscotti così chiamati per via della loro forma.

ciliegie finte
ciliegie finte

Le bancarelle sono tantissime ma riesco a dare un’occhiata a tutte. Raggiungo quindi la stazione ferroviaria con largo anticipo rispetto all’orario di partenza e questo mi permette di effettuare il viaggio di ritorno comodamente in poltrona.

Fiera di Sant'Orso 2016
Fiera di Sant’Orso 2016

Consigliato a…

I camminatori possono cimentarsi nell’impresa di visitare tutte le bancarelle presenti in un giorno. Gli intellettuali, oltre ad apprezzare la bellezza dei lavori esposti, possono anche ammirare i principali monumenti di Aosta.

Alla scoperta di altre avventure in Valle d’Aosta!

📌 Salva questo articolo su Pinterest

La Fiera di Sant'Orso è una millenaria esposizione di artigianato ed enogastronomia che si svolge il 30 e 31 gennaio di ogni anno ad Aosta.

4 thoughts on “Una giornata alla Fiera di Sant’Orso”

    1. Hai fatto benissimo! Mi piacerebbe tornarci. Magari organizzando qualche giorno di ferie così da poter esplorare anche i dintorni e, soprattutto, tuffarmi nella cucina locale 😉

  1. Aosta mi ha conquistata per la sua bellezza e questa fiera deve essere davvero incredibile: adoro le bancarelle di artigianato locale e di sicuro farei numerosi acquisti. Peccato che sia stata rimandata.

Rispondi