Locus Map 4
Taccuino

Locus Map 4: orientarsi con lo smartphone

Prendere parte a un’escursione organizzata da altri ha indubbiamente i suoi vantaggi. Se è preparata con cura ha tutte le carte in regola per diventare una giornata memorabile. Ma quali rischi si corrono se chi se ne occupa non è tanto esperto? In questo caso si prospetta l’eventualità di trovarsi a vagare nel nulla aiutandosi con Google Maps. Si può tuttavia rimediare a questa situazione affidandosi all’app Locus Map 4 che, nella sua versione gratuita, offre tutti gli strumenti utili per orientarsi con lo smartphone.

Può capitare di non avere a portata di mano la porzione di carta topografica del territorio attraversato. Altresì può succedere di non aver scaricato la traccia GPS sul Garmin. O, più semplicemente, una palina segnavia potrebbe passare inosservata o, addirittura, essere fuorviante. In tutti questi casi lo smartphone può diventare una risorsa per interpretare la situazione e capire da che parte andare.

in evidenza il giro dei piloni con partenza da Roccavione (CN)
in evidenza il giro dei piloni con partenza da Roccavione (CN)

Locus Map 4: gratuita o Pro?

Personalmente preferisco affidarmi al mio fedele Garmin. Tuttavia, per avere una panoramica generale, consulto volentieri lo smartphone. Quando scarico nuove tracce le inserisco quindi su entrambi i dispositivi. Camminando su un sentiero di montagna è ovvio che Google Maps non sia di molto aiuto. Locus Map 4, invece, è la soluzione giusta per ritrovare la giusta via.

L’app è disponibile in due versioni: quella gratuita e quella Pro a euro 9,99. I limiti della versione gratuita consistono nella presenza di banner pubblicitari (comunque non troppo invasivi), alcune funzionalità limitate per geocaching, registrazione traccia, navigazione e l’assenza delle previsioni meteo. Sarebbe indubbiamente comodo avere tutto in un’unica app. Tuttavia per il geocaching sto continuando ad affidarmi all’app ufficiale. E per il meteo ne sto utilizzando un’altra ancora.

La versione gratuita offre già tutte le funzioni utili per affrontare l’escursione. Considerando che il GPS dello smartphone consuma parecchia batteria è opportuno portare nello zaino una power bank esterna.

Locus Map 4
Locus Map 4

Mappe online e offline

L’app dispone di un grande varietà di mappe. Personalmente, utilizzandole già col Garmin, mi trovo molto bene con le OSM per mountain bike. Hanno infatti tutte le informazioni che mi occorrono per muovermi agevolmente sui sentieri.

Quando si consultano le mappe online bisogna tener conto che la connessione, nei posti sperduti, è spesso assente. È quindi opportuno scaricarle su una capiente scheda di memoria per averle a portata di mano nel momento del bisogno.

Ogni qualvolta trovo in rete una traccia GPS che potrebbe tornarmi utile, la scarico. Quando mi muovo su un sentiero non troppo evidente è fondamentale avere la certezza di star andando nella direzione giusta. Le curve di livello, inoltre, mi aiutano a interpretare il terreno che sto affrontando.

Locus Map 4
Locus Map 4

📝 Consigli avventurosi

Locus Map 4 è utile per orientarsi con lo smartphone e capire velocemente quale sentiero imboccare a un bivio. Consultandola periodicamente durante l’escursione permette di sapere in tempo reale se si sta andando nella direzione giusta. Ottima soluzione, in abbinamento a una power bank portatile e mappe scaricate su scheda sd, se non si possiede uno strumento GPS.

Alla scoperta delle mie avventure!

📌 Salva questo articolo su Pinterest

4 thoughts on “Locus Map 4: orientarsi con lo smartphone”

    1. In realtà io avevo iniziato con un semplice orologio da escursionismo quando ero molto più attiva in bici. Mi piaceva poter rivedere il percorso fatto e altri dati interessanti su computer. Poi col trekking mi sono evoluta ulteriormente.

Rispondi