Ciciu del Villar
Cuneo a km 0

Vagando tra i Ciciu

In valle Maira, nel territorio di Villar San Costanzo (CN), si trova la curiosa riserva naturale dei Ciciu del Villar. Istituita nel 1989, occupa una superficie di 64 ettari e il suo scopo è proteggere delle curiose sculture morfologiche naturali note come colonne di erosione, piramidi di terra o, più semplicemente, Ciciu ‘d pera (pupazzi di pietra nell’idioma locale).

Sostanzialmente i Ciciu sono una sorta di funghi rocciosi costituiti da un gambo di terra compatta sormontata da un grande cappello di gneiss. Attualmente sono circa 400.

Ciciu del Villar
Ciciu del Villar

Come si sono formati i Ciciu del Villar?

Si sono formati circa 12.000 anni fa, alla fine dell’ultima era glaciale. A causa dello scioglimento dei ghiacciai, ci fu l’esondazione del torrente Faussimagna che provocò a sua volta l’erosione delle pendici del monte San Bernardo e la discesa a valle di una notevole quantità di detriti che andarono a formare i gambi dei funghi di pietra. I cappelli che li sormontano hanno invece avuto origine da terremoti e frane che hanno fatto staccare grandi massi dal monte.

L’acqua svolge tuttora la sua azione erosiva e, inesorabilmente, il masso sommitale è destinato a crollare e il gambo a sgretolarsi. Attualmente i Ciciu sono protetti dal bosco che li circonda che rallenta questo processo.

Le piramidi di terra si trovano anche in altre parti d’Italia e del mondo ma ogni sito presenta le sue particolarità. A Savines-le-Lac, ad esempio, che ho visitato sulla strada verso Gap, hanno l’aspetto di alte colonne sormontate da una roccia più o meno voluminosa.

Ciciu del Villar
Ciciu del Villar

I percorsi tra i Ciciu del Villar

La riserva naturale dei Ciciu del Villar è aperta tutto l’anno, ed è dotata di aree attrezzate per il pic-nic. Dalla primavera all’autunno si paga un biglietto d’ingresso di tre euro. Su prenotazione è possibile effettuare visite guidate.

Al mio arrivo al mattino l’ampio parcheggio è occupato da poche vetture. Nell’adiacente locanda ci sono alcune persone sedute ai tavolini. M’incammino allegramente verso la biglietteria. Mi viene consegnata una mappa su cui sono indicati i due itinerari che posso percorrere.

Il percorso turistico Ciciuvagando attraversa la zona più ricca di Ciciu e si completa in circa 45 minuti. Il percorso escursionistico, invece, si addentra nel bosco e permette d’incontrare i Ciciu più nascosti impegnando per un paio d’ore. Prima di pranzo li effettuo entrambi e contemplo da tutte le angolazioni la meraviglia che ha saputo creare la natura.

Lungo l’itinerario incontro anche tipici casotti in pietra contenenti informazioni sulla storia, sulla natura e sulla geomorfologia del territorio.

Il percorso è ben segnalato da cartelli e frecce posizionate regolarmente che suggeriscono il senso in cui interpretarlo.

Secondo la tradizione, il legionario romano San Costanzo, santo patrono di Villar, nel raggiungere il monte San Bernardo per sfuggire ai soldati romani che lo inseguivano per ucciderlo, lanciò loro una maledizione trasformandoli in Ciciu di pietra.

Ciciu del Villar
Ciciu del Villar

Un’ulteriore escursione

Con una deviazione sul percorso escursionistico è possibile raggiungere il punto panoramico del colle della Liretta da cui si lanciano deltaplani e parapendio. Spingendosi ancora oltre è possibile anche raggiungere il monte San Bernardo ma, tornando indietro, bisogna fare attenzione a ritornare sul sentiero giusto per proseguire la visita della riserva naturale dei Ciciu del Villar.

Mentre completo la parte di percorso turistico che non è compresa in quello escursionistico, incontro molti visitatori sopraggiunti nel frattempo. Nei loro occhi scorgo la meraviglia per le imponenti sculture create dalla forza della natura.

La mia attenzione viene attirata da una panca appartata in una conca. È il posto ideale per il mio pranzo. Tutto questo camminare mi ha messo appetito!

Ciciu del Villar
Ciciu del Villar

📝 Consigli avventurosi

I camminatori possono tranquillamente effettuare entrambi i percorsi. Gli intellettuali possono dedicarsi al sentiero turistico Ciciuvagando e approfondire storia, natura e geomorfologia del territorio.

Guarda il foto-diario completo su Facebook

Alla scoperta di altre avventure #CuneoAkm0!

📌 Salva questo articolo su Pinterest

2 thoughts on “Vagando tra i Ciciu”

Rispondi